Argilla Bio-Termale: l'altro nome del fango

Argilla Bio-Termale: l'altro nome del fango

Una “medicina 100% naturale” e senza il foglietto delle avvertenze

Le cui capacità curative sono riconosciute scientificamente: l’argilla agisce sul metabolismo della cellula della cartilagine articolare alleviando il dolore, riducendo l’infiammazione, stimolando il metabolismo osseo nell’osteoartrosi, osteoporosi, artrosi, discopatie e in tutte le altre malattie reumatiche.

Tra acqua e terra il Fango Bio termale è la soluzione per i tuoi mali

Cambiano i tempi... Una volta il primo fango celebrava l’arrivo della mezza età mentre oggi non è più così, perché l’argilla fa miracoli non solo per l’artrosi, ma anche contro lo stress: lo combatte, riattiva la circolazione, disintossica l’organismo e rimineralizza il corpo decontraendo la muscolatura. Il fango fa miracoli dal corpo alla psiche, dalla pelle… all’eros.
 
Sdraiarsi su un letto di fango... rimanere impacchettati in questa termocoperta naturale... questo è relax totale!
Il fango è ricco di sali minerali, ancora più concentrati per effetto dell’acqua termale. Il contatto diretto con la pelle avvia un processo osmotico di reciproco scambio. L’organismo suda ed espelle tossine. Allo stesso tempo si arricchisce di sali minerali che stimolano il metabolismo ed attivano gli ormoni antistress: cortisolo e beta-endorfine.
 
Anche il sistema neuroendocrino gradisce: è favorita la produzione di ormoni ipofisari con il conseguente riassetto degli equilibri bio-umorali e sessuali.
 
Intanto il calore decontrae i muscoli e migliora la circolazione, a questo si associano i benefici biologici del fango maturo: il tessuto osseo si rimineralizza e quello cartilagineo si ripara.

Nell’immaginario collettivo l’idea del “fango” è solitamente associata al cattivo tempo, ad una pozzanghera o ad una macchia.

Chi l'avrebbe detto, quindi, che si può pensare al fango anche come ad un farmaco? E in cosa si differenzia allora l'utilizzo del fango da una cura basata su farmaci anti-infiammatori?

Innanzitutto l'effetto ottenuto dal trattamento con i fanghi si mantiene per un periodo più lungo ed il benessere che ne deriva si protrae nel tempo.
Inoltre, grazie anche al fatto che il Sistema Sanitario Nazionale ne prevede il rimborso, e che l'applicazione dei fanghi consente di diminuire l'utilizzo dei farmaci, si abbatte la spesa sanitaria pubblica.
Infine, non va dimenticato che un uso continuo di farmaci anti-infiammatori, al contrario della fangoterapia, può originare pesanti effetti collaterali come ad esempio problemi gastrointestinali o possibili reazioni con altri farmaci.

Quindi con parole semplici possiamo dire che la bio argilla, il fango bio termale, "dà e prende"!
1. Cede attraverso la cute le sostanze e i principi attivi e funzionali;
2. Riassorbe sostanze di eliminazione, cioe' cataboliti;
3. Aumenta la temperatura corporea locale e profonda;
4. Aumenta il microcircolo cutaneo;
5. Aumenta la conducibilita' elettrica cutanea;
6. Aumenta la sudorazione con variazione dell'equilibrio Na-K;
7. Influenza sistema nervoso centrale, vegetativo, ormonale, immunitario.

Il tutto e' influenzato dalla risposta individuale. Lievi e in qualche caso apparenti intolleranze iniziali possono essere superate adeguando al singolo parametri semplici quali la quantita' di prodotto applicato, la temperatura dello stesso, il tempo di applicazione. Superati questi ostacoli il beneficio sara' evidente, l'efficacia verificabile e la sicurezza totale.