Il Massaggio californiano

Il Massaggio californiano

Fusione di corpo, mente e anima

Le origini

Dalla metà degli anni 60  fino al 1975 la guerra del Vietnam segnò un triste capitolo della storia umana. Una guerra inutile, cruda e prepotente, che si concluse con un imponente sterminio di esseri umani su tutti i fronti. I soldati americani, convinti ad arruolarsi per difendere la propria bandiera, non impiegarono molto tempo a rendersi conto che erano diventati macchine della morte per motivazioni irrazionali e inesistenti.
Uccidere sempre, anche contro la propria morale, e subire per questo amputazioni, crolli nervosi e violenze lasciò in moltissimi di quei marines danni che ancora oggi sono presenti nelle loro vite.A quel tempo i reparti neurologici e psichiatrici degli ospedali americani si riempirono a dismisura al fine di curare insonnia, incubi, esaurimento nervoso, ansia, panico, schizofrenia e molto altro…

La svolta ci fu con un team di illuminati medici californiani che consideravano le cure farmacologiche inutili,  senza risultati e incredibilmente dannose per l’individuo. Da qui l’idea di creare un trattamento vero e proprio, volto a risolvere i danni e le mancanze arrecate dalla guerra.
Dalle tecniche di massaggio conosciute all’epoca (ayurvedico, shiatsu, thai, svedese, ecc.) vennero utilizzate le manovre ritenute più idonee per poter creare un trattamento che portasse il ricevente in uno stato di immenso rilassamento fino a fargli dimenticare i danni subiti, le sue ansie, le paure, ridare fiducia e speranza.
Ancora oggi il massaggio californiano è molto ricercato per i benefici che porta e sono sempre di più i medici, gli psichiatri e gli psicologi che lo prescrivono ai propri pazienti.

Il massaggio californiano nasce così!

Il Massaggio Californiano è tra le metodiche manuali una delle più efficaci in quanto, partendo dal soma, coinvolge le parti più intime della sfera psico-affettiva. La sua caratteristica principale è l'avvolgenza; la persona che riceve il massaggio si sente protetta, cullata, sostenuta: tutto ciò favorisce una sorta di regressione infantile che pone il ricevente in contatto con il proprio io profondo, e fa in modo di reintegrare nella coscienza le parti dimenticate per ottenere una straordinaria completezza di vita. Più di ogni altra metodica, il massaggio californiano insiste sul concetto di 'contatto' e 'relazione' attraverso manovre che hanno il preciso scopo di “abbracciare” ed “avvolgere” il ricevente che si sente così accolto e coccolato così da favorire l'inizio di un processo “terapeutico” che lo porterà ad una piena e completa integrazione dell'Essere.

Partendo proprio dalla funzione 'integratrice' che il Corpo (la realtà fisica di cui siamo costituiti) possiede, per arrivare, attraverso le manovre specifiche del massaggio, a quello “spazio” mentale vuoto dove la calma aiuta l'affiorare di emozioni che la coscienza mentale aveva dimenticato ma il corpo invece no.
Una felicità, un conflitto, un piacere, una rabbia, una gioia: tante emozioni possono risiedere nel profondo di ognuno senza che se ne abbia una percezione vigile e concreta da parte della mente, ed ecco che il massaggio californiano le toglie dal profondo facendole riaffiorare per consentire una giusta integrazione, anche mentale, che è fondamentale per la salute psicofisica.

 

Per chi è indicato

È particolarmente indicato per chi soffre di malattie psicosomatiche quali ad esempio depressione, ipertensione, ansia, stress, anoressia, bulimia, insonnia, attacchi di panico, dipendenza da psicofarmaci, mancanza di autostima, difficoltà digestive, tachicardie, sensazioni di soffocamento, eccesso di dinamismo, mancanza di energie ecc..; per chi vuole mettersi in contatto con la propria realtà interiore e per chi è alla ricerca del relax.
In generale, è adatto a tutte le persone perché fa sentire bene e in forma, donando una straordinaria sensazione di benessere globale.
Gli effetti psichici
Chi riceve questo tipo di trattamento non resiste al desiderio di lasciarsi andare, abbandonarsi al riposo mentale, al sonno della ragione. Una carica di positività, speranza ed energia non solo mentale, ma anche fisica, aiuta la persona a riprendere in mano il controllo della propria esistenza.
Essendo un massaggio gestaltico, sposta l’attenzione e l’energia dalla mente al corpo ottenendo un duplice risultato; da un lato si calmano i pensieri trovando una più giusta collocazione nella vita della persona che beneficia, ora, di una sensazione di tranquillità e pace prima sconosciute; dall’altro, vede completarsi lo schema corporeo : la persona si percepisce nella sua totalità prendendo coscienza di parti del corpo dimenticate.
Ciò si tramuta in una maggiore fiducia in se stessi e nella vita. Trattandosi di un massaggio altamente affettivo, la persona ha l’impressione di possedere un valore che prima non percepiva e anche la vita di relazione ne viene potentemente stimolata.

 

Gli effetti fisiologici

Tonifica i muscoli e i tessuti, combatte l’invecchiamento della pelle, riequilibra il sistema nervoso e quello muscolare sciogliendo contratture e tensioni.
Stimola il ricambio dei liquidi corporei attraverso la stimolazione del sistema linfatico , quello venoso ed arterioso , inoltre riattiva la vitalità degli organi interni responsabili delle intossicazioni respiratorie e digestive; favorisce infatti l’eliminazione delle tossine la giusta stimolazione del matabolismo. Arricchisce,infine, le percezioni sensoriali e libera la sensualità intrinseca di ogni persona.

 

La tecnica

Come già detto quello californiano è il massaggio che più di ogni altro lavora sulla sfera del contatto.
È il massaggio anatomico per eccellenza, che più di ogni altro insiste sulla nozione di contatto e grazie all’impiego di un olio gradevolmente profumato, il corpo viene avvolto e modellato nella sua totalità, alternando movimenti fluidi, leggeri o più profondi, che si concentrano sull’intera superficie del corpo. Si tratta di gesti lenti, dolci e ampi: è come se le mani eseguissero una coreografia armoniosa sul corpo. I gesti del massaggio californiano avvolgono e fasciano, sono studiati per trasmettere energia dando una straordinaria sensazione di benessere, di completezza, di gioia e di calma.

Le emozioni, ricordiamo, sono il “sale” della vita e, come tali, vanno vissute, e soprattutto espresse, allo scopo di mantenere o recupero l'equilibrio del sistema “Corpo-Mente” che ci permette di gestire meglio la nostra energia vitale, di superare le paure, di prevenire gli effetti negativi di situazioni stressanti, perché è proprio avendo la consapevolezza del nostro corpo, del “qui ed ora” che avviene la fusione di corpo, mente e anima e la combinazione di energia, emozioni e spirito.