La Balneoterapia

La Balneoterapia

...esperienza di benessere

Abbinata alla cura del fango, di cui ne è il secondo momento, diventa una cura termale primaria per coloro i quali, a causa di patologie diverse, non possono sottoporsi alla fangoterapia classica.

La balneoterapia termale, utilizzando acque termali e terapeuticamente attive, associa alle proprietà fisiche gli effetti biologici e terapeutici esercitati dai mineralizzatori che la rendono una soluzione a composizione chimico-fisica peculiare.

Meno intenso della fangoterapia, estremamente piacevole e rilassante, il trattamento di balneoterapia viene quindi utilizzato per assimilare le proprietà vasodilatatorie, rilassanti e analgesiche delle acque termali; queste sono infatti un elemento straordinario perché facilitano tutte le attività delle articolazioni del corpo: i movimenti sono più sciolti, i muscoli si rilassano, il dolore diminuisce.

Durante la balneoterapia si viene immersi in vasche individuali di acqua termale salso-bicarbonato-fluorurata ad una temperatura di 34-36°C per una durata compresa fra gli 8 e 20 minuti circa a dipendenza di quanto viene prescritto dal medico durante la visita di ammissione alle cure. Il ciclo completo di cura comprende 12 bagni effettuati al ritmo di uno al giorno.
Al termine del bagno, al fine di consentire la "reazione sudorale", è importante stare distesi ed avvolti in calde coperte, analogamente a quanto accade dopo una seduta di fangoterapia. Tranquilli e rilassanti, per una durata di circa 20 minuti, così da dare al nosto corpo il tempo di ripristinare la sua temperatura fisiologica.

Per concludere la seduta, e trarne i maggiori benefici, è consigliato un massaggio di reazione o un massaggio revulsivo.

Le proprietà del bagno termale

La temperatura:
dell'acqua termale influenza soprattutto la vasodilatazione cutanea e muscolare (e quindi la circolazione sanguigna), favorisce il rilassamento della muscolatura con una diminuzione della pressione arteriosa, ed induce un'azione analgesica.

La composizione chimica:
a tutto ciò si aggiungono specifici stimoli ormonali, biochimici e neurovegetativi dipendenti dalla composizione chimica dell'acqua termale, che completano ed amplificano il pieno recupero del benessere e della funzionalità dell' apparato locomotore, della cute e del distretto artero-venoso, favorendo la risoluzione di processi infiammatori cronici e di molteplici tipologie di dermatosi.

La pressione:
il bagno termale, grazie alla pressione esercitata dell’acqua, è ideale per articolazioni, per sindromi dolorose e artrofie muscolari ed è terapia importantissima nei programmi riabilitativi dopo traumi, fratture e interventi chirurgici.

 
Le patologie trattabili con la balneo-terapia

Terapia vascolare quali:

  • Postumi di flebopatite o di flebite di tipo cronico;
  • Esiti o postumi di intervento chirurgico vascolare periferico;
  • Insufficienza venosa cronica e varici arti inferiori;
  • Vasculopatia cronica arti inferiori (se venosa);
  • Turbe funzionali vascolari periferiche.

Balneoterapia termale e ozonoterapia

L’ozono è ossigeno allo stato triatomico ed è utilizzato per la sua proprietà di facilitare la cessione di ossigeno da parte dei globuli rossi, aumentando l’elasticità della loro membrana con il conseguente miglioramento della circolazione, e per la sua azione antibatterica, antivirale e antimicotica.
L’aggiunta del delicatissimo "idromassaggio" all’ozono alla seduta balneoterapica moltiplica i benefici di quest’ultima permettendo una maggiore ossigenazione venosa e linfatica dei tessuti. Le bollicine sviluppate dall’ozono stimolano la circolazione sanguigna, assicurando un’intensa azione vasodilatatrice soprattutto laddove il nostro corpo fatica, come nel caso di tessuti colpiti da cellulite, o nel microcircolo dei capillari cutanei, come ad esempio  mani e piedi.

Proprietà benefiche dell'ozono sono l'azione antinfiammatoria, disinfettante contro batteri e funghi, e antidolorifica ma anche la sua capacità di comporre i grassi del corpo riducendoli e rendendo così più fluida la microcircolazione.

Ciò che rende l'ozonoterapia una pratica molto usata è la totale assenza di controindicazioni nonchè l'efficacia della cura e la tollerabilità del corpo rispetto a questa pratica. Questa cura termale infatti non utilizza alcun tipo di farmaci ma solo una miscela di ossigeno e ozono che viene erogata da piccoli forellini in vasca per essere assorbita maggiormente dal corpo.

E’ indicata per cellulite, inestetismi della pelle, acne, invecchiamento cutaneo, perdita di tono dei tessuti, rilassamento cutaneo, fragilità capillare, problemi circolatori, patologie del sistema cardiovascolare, mantenimento della forma fisica.

L’ozono pur essendo una terapia supplementare non inclusa nell'impegnativa per le cure termali al Sardegna Grand Hotel Terme è comunque inclusa nella cura.