ORL

ORL

Le terapie inalatorie con l'acqua termale

Il Sardegna Grand Hotel Terme è dotato di un apposito reparto le terapie inalatorie.
La particolare composizione dell’acqua termale salso-bicarbonato-fluorurata permette infatti di ottenere un’azione antisettica sulle mucose, una fluidificazione dei secreti e una stimolazione dell’apparato ciliare bronchiale. In questo modo vengono favoriti i meccanismi di difesa dell’organismo sia contro le comuni malattie da raffreddamento che dalla cronica irritazione provocata dalle peggiorate situazioni ambientali.

Speciali strumenti frammentano finemente le particelle di acqua termale, le nebulizzano e le trasformano in un efficace trattamento per le patologie delle vie respiratorie superiori ed inferiori e per la prevenzione e la cura delle patologie croniche.

E' stato infatti riconosciuto scientificamente come le terapie termali inalatorie siano utili nella cura delle patologie delle vie respiratorie e nella prevenzione delle riacutizzazioni infettive.
Il numero delle malattie respiratorie è, negli anni più recenti, aumentato considerevolmente, anche in seguito alle peggiorate situazioni ambientali (inquinamento, abitudine al fumo di sigaretta, ecc). In letteratura medica numerosi studi confermano il danno sulla anatomia e sulla funzionalità polmonare provocato dalla prolungata esposizione ad agenti inquinanti (anche a bassa concentrazione) e dal fumo di sigaretta (attivo e passivo).

E' stato inoltre evidenziato che le infezione acute delle vie respiratorie rappresentano la più frequente causa di patologia infettiva dell'adulto e la principale causa di prescrizione di antibiotici, mentre l'infiammazione cronica della mucosa respiratoria impedisce la corretta funzionalità dell'apparato respiratorio e, a sua volta, favorisce le riacutizzazioni infettive.

Le cure inalatorie, che si effettuano sotto controllo medico, hanno un effetto terapeutico immediato ma vengono spesso consigliate ed utilizzate anche a livello preventivo, a completamento di una cura termale tradizionale.

Al Sardegna Grand Hotel Terme l'acqua termale viene somministrata in diversi modi a dipendenza dalle diverse patologie da trattare:

- Irrgazioni o docce nasali:
Per quello che riguarda le “docce” e le irrigazioni nasali, l'acqua termale, mantenuta a temperatura costante e gradevole, viene fatta scorrere, a flusso leggero e continuo, all’interno delle cavità nasali.

- Docce nasali micronizzate:
Producendo un’abbondante nebulizzazione a bassa pressione dell'aqua termale, effettua un vero e proprio lavaggio (particelle di circa 20 micron) delle mucose nasali e dei seni paranasali che oltre a liberare dalla secrezioni catarrali più adese unisce un piacevole massaggio idrico. La doccia nasale micronizzata permette, inoltre, un intenso assorbimento dei principi attivi contenuti nell’acqua termale, nonché una profonda azione detergente e umidificante locale.

- Inalazioni:
La tecnica delle inalazioni termali corrisponde alla vecchia pratica dei “suffumigi”, la famosa pentola di acqua bollente con disciolte sostanze balsamiche, dalla quale le nostre nonne ci facevano respirare il vapore coprendoci la testa con un asciugamano. Ovviamente oggi si utilizzano delle apparecchiature apposite per inalazioni; l'acqua termale passa attraverso un apparecchio che ha il compito di “frantumare” la stessa acqua in particelle più o meno piccole che viene poi inalata stando semplicemnte seduti di fronte all'apparecchio;

- Aerosol:
Il concetto è analogo alle inalazione; la differenza è dovuta agli apparecchi che scompongono l'acqua termale in particelle di diametro fra i 3 e i 10 micron, le quali si fermano prevalentemente nelle alte vie respiratorie.

- Humage:
E' un trattamento terapeutico basato sull'inalazione dei gas presenti nelle acque termali. Lo stato gassoso consente la diffusione dei gas disciolti nell'acqua nelle vie respiratorie e la sua penetrazione in tutti i tessuti che vengono raggiunti, anche nelle più fini diramazioni alveolari e nelle cavità paranasali. La durata dell'applicazione è di 2-3 minuti e va effettuata respirando normalmente con il naso ad una distanza di 20 cm. Il concetto è analogo alle inalazione; la differenza è dovuta agli apparecchi che scompongono l'acqua termale in particelle di diametro fra i 3 e i 10 micron, le quali si fermano prevalentemente nelle alte vie respiratorie.

- Insufflazioni endotimpaniche:
Consente l'immissione dell'idrogeno solforato, mediante l'apposito catetere di Itard, nelle tube di Eustachio e da qui nell'orecchio medio. La durata media di ogni cateterismo tubarico è di 1-2 minuti, la pressione massima è di 0,5 atmosfere e la temperatura del gas è di circa 37° - 38° C. All'effetto farmacologico dell' H2S sulle secrezioni e sulle mucose si associa l'azione eupneizzante di ventilazione meccanica della tuba e dell'orecchio medio. L'effetto di tale applicazione consiste nel fluidificare le secrezioni della cassa timpanica agevolandone di conseguenza il drenaggio lungo la tuba e nel repristinare l'equilibrio di pressione fra le due facce della membrana timpanica. Per la diagnosi ed il controllo immediato e a distanza dei risultati presso il Sardegna Grand Hotel Terme dispone di una cabina silente con audiometro, un impedenzometro e di specialisti in Otorinolaringoiatria (ORL).

- Politzer:
Questa cura, che ha le stesse finalità e caratteristiche dell'insufflazione endotimpanica, si utilizza in alternativa al cateterismo tubarico in tutte le situazioni in cui non è possibile l'introduzione del catetere nella cavità nasale (deviazione completa del setto, eretismo del soggetto). Esso consiste nell'inviare, con un'oliva inserita nel vestibolo nasale, l'idrogeno solforato ad una pressione massima di 0,5 atmosfere. L'immissione del gas avviene in modo intermittente e deve essere contemporanea alla deglutizione ripetuta del paziente oppure all'emissione di un suono gutturale, anch' essa ripetuta più volte.

Le terapie inalatorie con acqua termale sono efficaci contro:

  • bronchite cronica semplice o accompagnata a componente ostruttiva (esclusi asma ed enfisema);
  • rinopatia vasomotoria;
  • faringolaringite cronica;
  • sinusite cronica o sindrome rinosinusitica cronica;
  • sindromi rinosinusitiche-bronchiali croniche;
  • ipertrofia tonsillare e adenoidea;
  • stenosi tubarica;
  • otite catarrale cronica;
  • otite purulenta cronica;

 Gli obiettivi terapeutici perseguibili attraverso le terapie inalatorie sono molteplici:

  • Azione antisettica;
  • Azione di stimolazione dell'apparato ciliare;
  • Fluidificazione del secreto;
  • Normalizzazione delle caratteristiche del muco respiratorio;
  • Riduzione della componente microbiologica non fisiologica;


Indipendentemente dal modo di somministrazione la vera terapia antinfiammatoria è dovuta alle peculiari caratteristiche dell'acqua termale usata pura senza farmaci, essenze balsamiche o altro.

 

Le Cure Termali

INALAZIONE
Inspirazione di vapore caldo umido di acqua termale, indicata per le principali patologie delle vie respiratorie.
 €.  7.00
AEROSOL
Inspirazione di acqua termale nebulizzata specifica per la prevenzione e la cura delle patologie respiratorie.
 €.  7.00
HUMAGE
Inspirazione nasale di acqua termale micro nebulizzata ad alta penetrazione.
 €.  7.00
DOCCIA NASALE
Lavaggio nasale con acqua termale indicato per riniti e sinusiti.
 €.  7.00
INSUFFLAZIONE ENDOTIMPANICA
Immissione di idrogeno e acqua termale nella cassa timpanica, indicata nelle perdite di sensibilità uditiva di derivazione rinogena.