Itinerari

Itinerari

Percorsi enologici, turistici e gastronomici

Sardegna Grand Hotel Terme è il luogo ideale per partire alla scoperta della Sardegna.

 

  • L'arcipelago sulcitano e le sue eccellenze

    L'arcipelago sulcitano e le sue eccellenze

    Carloforte e Sant'Antioco fra tradizioni e eccellenze

    La Sardegna è famosa in tutto il mondo per il suo mare cristallino, ma degna di nota è anche la sua gastronomia, che può contare su prodotti  pregiati come il Tonno Rosso di Corsa di Carloforte, esportato anche nel lontano Giappone, e la Birra Artigianale di Sant’Antioco.

    Dettagli

  • Verso Mogoro per scoprire il Semidano

    Verso Mogoro per scoprire il Semidano

    Mogoro, Terralba, Arborea e i loro vini

    Mogoro è un comune situato nella regione collinare della Marmilla, su un altopiano, chiamato Su Struvina, che si apre ai piedi del Monte Arci, di origine vulcanica; per questo motivo, in epoca pre-nuragica, è stato un importante centro di lavorazione dell’ossidiana.

    Dettagli

  • Oristano e l'entroterra fra vino e prodotti tipici

    Oristano e l'entroterra fra vino e prodotti tipici

    Non solo vino

    Samugheo sorge nel cuore delle colline Mandrolisai, in un territorio ricchissimo di reperti archeologici,  tra cui spiccano il nuraghe di Perda Orrubia, le domus de janas di Spelunca Orre, il sepolcro giudaico in località Pranu ‘e Laccos, la tomba dei giganti Paule Luturu e i resti del castello di Medusa, di epoca bizantina, che si trovano in una gola rocciosa scavata nel marmo.

     

    Dettagli

  • Lungo la costa occidentale fra Vermentino e Cannonau

    Lungo la costa occidentale fra Vermentino e Cannonau

    La costa e i suoi vini

    Oristano è situata al centro della Sardegna, sulla costa occidentale dell’isola, famosa in tutto il mondo per la Sartiglia, illustre giostra cavalleresca che tutti gli anni si disputa in occasione del Carnevale.

    Dettagli

  • Alghero - Fra coralli e vino

    Alghero - Fra coralli e vino

    Cinquanta sfumature di rosso

    Lungo le rive del fiume Temo, l’unico corso d’acqua navigabile della Sardegna, sorge Bosa. Grazie alla sua posizione privilegiata, la cittadina fu dimora, un tempo, dei fenici e venne in seguito colonizzata dai romani.

    Dettagli

  • La Sartiglia di Oristano

    La Sartiglia di Oristano

    Un carnevale di origine medievale

    Se vi trovate a Fordongianus nel periodo di Carnevale non potete perdervi la Sartiglia di Oristano , una fra le più coreografiche e particolari forme di Carnevale della Sardegna. Si tratta di una giostra equestre, una corsa  all'anello di origine medievale,  che si corre tutti gli anni l’ultima domenica e il martedì di Carnevale. Il rituale della giostra si svolge durante tutta giornata e raggiunge il suo culmine nel pomeriggio, con la corsa vera e propria.

    Dettagli

  • Lo zafferano di San Gavino Monreale

    Lo zafferano di San Gavino Monreale

    Un vero Fiore all'occhiello

    San Gavino Monreale è una cittadina bagnata dal Rio Pardu che giace nel cuore del Medio Campidano, ai piedi del castello di Monreale. La struttura urbanistica del paese rispecchia quella tipica dei centri a cultura agricola, in cui gli edifici sono molto grandi, con ampi cortili e spaziosi ingressi ad arco.

    Dettagli

  • La Bottarga di Cabras

    La Bottarga di Cabras

    Oro e Ambra per un sapore prezioso

    A pochi chilometri da Oristano, ai bordi dello stagno omonimo, uno dei più grandi di acqua dolce della Sardegna, sorge Cabras. La prime testimonianza della presenza dell’uomo in questo luogo è datata al 4000.C., anche se il sito archeologico più importante della zona è quello della città di Tharros, che custodisce diverse testimonianze del periodo nuragico.

    Dettagli

  • Muravera e il mirto

    Muravera e il mirto

    Mirto, corbezzolo e asfodelo

    Senorbì è considerata la capitale della Trexenda, un’area collinare situata nella parte settentrionale della provincia di Cagliari. La struttura urbanistica del paese è formata da case basse separate da stradine strette che si intrecciano in tutto il centro storico.

    Dettagli

  • Il torrone di Tonara

    Il torrone di Tonara

    La Sardegna e i suoi monti

    A circa un’ora di macchina da Fordongianus , spostandosi verso l’entroterra della Sardegna, ai piedi del monte Mungianedda , si trova Tonara.  Il paese ha origine dai tre antichi rioni di Arasulè, Teliseri e Toneri, il quale ultimo prende il nome dalla parola sarda torrioni, in ricordo degli ammassi calcarei presenti nella zona.

    Dettagli

  • Cosa Vedere: Casa Aragonese

    Cosa Vedere: Casa Aragonese

    La trachite rossa nei secoli

    La Casa Aragonese di Fordongianus è un'abitazione aristocratica della fine del 1500, tipica di questa zona del Campidano. Originariamente questa casa comprendeva anche l'abitazione attigua (ancora di proprietà privata), con la quale era posta in comunicazione attraverso una caratteristica porta ad angolo.
    Dettagli

  • Cosa Vedere: San Lussorio

    Cosa Vedere: San Lussorio

    Paleocristiani e Romanico

    La Chiesa di S. Lussorio è un edificio costruito nel XII secolo in stile romanico - pisano, forse ad opera dei Monaci Vittorini di Marsiglia e circondata dalle caratteristiche "cumbessias" (piccole abitazioni per l'alloggio dei pellegrini).
    Dettagli

  • Cosa Vedere: Fordongianus

    Cosa Vedere: Fordongianus

    La Trachite Rossa o la pietra di fuoco

    Nella valle del Tirso, a Fordongianus , troviamo l'antica 'Forum Traiani', in epoca romana la più importante città della Sardegna interna, cui faceva capo il sistema fortificato creato per contenere le incursioni dei barbaricini. Rimane il complesso delle terme con la piscina che ancora oggi raccoglie l'acqua calda della sorgente termale, resti di porticati e fondamenta di edifici.
    Dettagli

  • Cosa Vedere: le Terme di Traiano

    Cosa Vedere: le Terme di Traiano

    Terme da decine di secoli

    Il complesso termale di Fordongianus sorge sulla riva sinistra del fiume Tirso, poco distante da dove, un tempo, sorgeva l'antica città di Forum Traiani ed è costituito da due distinti stabilimenti. Il primo di questi risale al I secolo d.C. e veniva utilizzato a scopi terapeutici.
    Dettagli