Il Massaggio decontratturante

Il Massaggio decontratturante

Un ferro da stiro per la muscolatura!

Il massaggio decontratturante è un trattamento circoscritto ad una specifica parte del corpo; scioglie le tensioni e le contratture e viene considerato un vero e proprio trattamento di benessere per coloro i quali hanno dolore muscolare localizzato in distretti specifici a seguito di posture scorrette, sforzi fisici inadeguati, incidenti automobilistici o sul lavoro, cause organiche, emotive, da disordine alimentare o da stanchezza.
Quando un muscolo si contrae, si accorcia e, di conseguenza, limita l’ampiezza dell’estensione dei nostri movimenti; questo dà la sensazione di sentirsi legati e irrigiditi, provoca dolore e, in fase acuta, può bloccare i movimenti.

 
Ma perché il muscolo si contrae fino a far male?

Perché il corpo umano è una macchina perfetta e funziona in modo logico.

Alcuni ricercatori hanno infatti scoperto che il tessuto muscolare è dotato di "memoria", cioè sembra che sia in grado di memorizzare e tenere traccia di danni, traumi o stati di sofferenza che si manifestano nelle ossa, nelle articolazioni e addirittura negli organi.
Spesso infatti la contrattura muscolare non è altro che il risultato di un trauma, come ad esempio una contusione, di una infiammazione alle giunture, o di stati di sofferenza come l'osteoporosi o l'ernia del disco. Praticamente il muscolo è stato paragonato ad una pellicola fotografica su cui vengono "impressi" tutti i problemi del nostro corpo. È per questo che molte volte ci sembra di avere i sassi sotto la pelle, i muscoli tesi come elastici o sentiamo gli stessi come vere e proprie matasse e aggrovigliate.

Il muscolo è composto da fibre elastiche che si possono distendere, allungare e ammorbidire con massaggi specifici. Il massaggio decontratturante è una tecnica particolare che permette di sciogliere le fasce muscolari fibra per fibra. Le mani esperte degli operatori sono usate come un ferro da stiro che scorre su una camicia stropicciata: le pieghe verranno distese e le imperfezioni saranno corrette.

 
Il massaggio decontratturante è quindi indicato nel trattamento di:
  • Blocchi articolari: dipendono da una alterazione nel funzionamento, dell’articolazione;
  • Contratture: contrazione muscolare involontaria insistente e dolorosa;
  • Dolori e degli spasmi muscolari: possono dipendere da moltissime cause come esiti di una contusione, uno stato di stanchezza generale, da accumulo di cataboliti o da una scorretta alimentazione, oppure dovuti a contratture involontarie in persone ansiose che si mantengono in “difesa” e contratte;
  • Pesantezza: lentezza nello svuotamento dello stomaco e, del processo di digestione, che può essere accompagnata anche da nausea;
  • Rigidità: diminuito movimento articolare dovuto o ad indurimento dei muscoli o a blocco meccanico dell'articolazione
  • Ansia: sensazione di angoscia che si accompagna a malessere e agitazione
 
La tecnica si basa su tre elementi principali:
  • Pressione pura: sfioramenti leggerissimi in fase acuta dolente o sfregamento profondo e vigoroso per una contrattura di vecchia data, impastamento per scollare e rendere più elastici i tessuti;
  • Percussioni o battiture: colpetti localizzati on effetto stimolante e vasodilatatorio che per via riflessa sciolgono i muscoli;
  • Utilizzo di olii specifici il cui principio attivo si basa sulla vitamina E, che fa da energizzante, unito agli effetti rilassanti degli olii essenziali;

 

A seconda del problema, del tessuto, della localizzazione e della fase in cui si trova la contrattura, si possono usare approcci e tecniche diverse, perchè il massaggio agisce non solo come distensore della contrattura stessa, ma anche per riattivare la circolazione sanguigna che, a sua volta, apportando più ossigeno a tutto il corpo, e in particolar modo ai tessuti, porterà ad un miglioramento generale.

Un'altra cosa molto importante è occuparsi sempre dell’intero corpo e non solo della parte dolente in quanto tutte le zone del nostro corpo sono collegate tra loro; infatti è molto importante, durante il massaggio, percepire sé stessi nella propria globalità e interezza e questo si crea grazie allo scambio sottile, ma molto importante, tra un rispettoso ascolto e la fiducia nell'operatore.